lunedì 29 settembre 2008

Southland Tales


Dopo il successo di "Donnie Darko", tra l'altro un film stupendo, Mr Richard Kelly si cimenta in un film di fantascienza molto impegnato.
Risultato? Incomprensibile... Purtroppo il piccolo genio riedita a modo suo l'Apocalisse di Giovanni intersecando tra loro pornografia, politica, terrorismo e guerra senza dare la sensazione di qualcosa di finito. Cerca di creare una specie di film-denuncia condito con della buona satira ma il tutto si presenta come una "insalata russa" che non ti lascia mai il tempo di goderti i (pochi) momenti divertenti della pellicola.
Il film te lo devi guardare almeno un paio di volte per entrare nell'ottica del regista ed è per questo che alla fine nei cinema non è praticamente mai uscito.
Giusto per non essere troppo cattivi bisogna ammettere che il film è assolutamente originale e la regia è molto interessante. La storia è piena di risvolti e idee bizzarre. Gli attori si lasciano guardare, con un The Rock davvero in forma ma una "Buffy" bellissima come sempre ma da buttare. Simpatico il cammeo di Christopher Lambert (L'idea dell'"Highlander" sullo sfondo apocalittico del film fa molto pensare).
  • Regia: Richard Kelly
  • Attori: The Rock, Sarah Michelle Gellar, Sean William Scott
  • Durata: 160'
  • Anno di uscita: 2007
  • Genere: Fantascienza
Giudizio finale buono (...io amo il genere). Se volete guardarlo non aspettatevi di rimanere soddisfatti alla prima visione.

giovedì 25 settembre 2008

Hancock

Ci sono eroi. Ci sono supereroi. E poi c'è Hancock.
Un Will Smith come non lo avevamo mai visto: brutto e maleducato nel suo nuovo ruolo di eroe a servizio dell'umanità. Un personaggio che esce dagli schemi classici del salvatore del mondo che rischia la sua vita per fare solo ed esclusivamente del bene. Infatti, Hancok è un po' pasticcione. Le sue intenzioni di solito sono buone ma ha poco senso della misura, eccede in vizi (spesso è ubriaco) e spesso esagera nelle sue gesta causando più danni di quelli che cerca di sistemare. Perchè lui ancora non conosce il motivo della sua esistenza, perchè sia l'unico della sua spece. In realtà lo scoprirà conoscendo Mary, sua simile, sua compagna, il suo opposto.
Mi aspettavo di vedere la solita sequenza di interminabili prodezze da eroe invece mi sono stupito e compiaciuto quando entra in gioco Mary (Charlize Theron, bellissima come sempre) che rompe gli schemi. Compare discretamente, rallentando leggermente il ritmo del film, facendoci capire che un velo di mistero circonda questo personaggio. Giusto quel tanto che basta per intuire che sarà lei a cambiare la vita ad Hancock. Poco romanticismo tra i due e per lo più non proprio fatto di dolci effusioni. Finale? Beh quello non ve lo posso svelare, merita la vostra partecipazione...
Cinque stelle assolutamente ben guadagnate, soprattutto per aver visto un film diverso da quello che mi aspettavo.

  • Regia: Peter Berg
  • Attori: Will Smith, Charlize Theron
  • Durata: 92'
  • Anno di uscita: 2008
  • Genere: Commedia, Fantascienza
Ultima annotazione: tra i produttori compare proprio Will Smith che a mio vedere negli ultimi anni non sta sbagliando un colpo, interpretando ruoli tra loro anche molto diversi e con risultati di tutto rilievo. Come ad esempio "La ricerca della felicità", forse il suo miglior film. Certamente ne parleremo.

Burn after reading



Come posso cominciare? Andate a vederlo. Indiscutibilmente strano. Cosa vuoi aspettarti dai Coen?
Dopo "Il grande Lebowsky" e "Fratello dove sei?" devo dire che "Burn after reading" rispetta la linea morbida dei due registi.
Se vi aspettate di vedere un altro capoloavoro tipo "Non è un paese per vecchi" lasciate stare, qui la visione ritorna ad essere alla "Coen" e si ride parecchio su situazioni che lasciano l'amaro in bocca.
La cosa che lascia più perplessi è la complessità della storia. Mentre lo guardavo la sensazione è stata tipo quando non ti ricordi qualcosa e cerchi di pensare a qualcos'altro per fartelo tornare in mente.
George Clooney impareggiabile ma Brad Pitt supera tutte le aspettative: stupido, iperattivo, simpatico e per nulla sexy, ti lascia completamente attonito quando a tre quarti di film... ma non ve lo racconto. Non è lo scopo del blog!
  • Regia: Ethan Coen, Joel Coen
  • Attori: Brad Pitt, George Clooney, Frances McDormand, John Malkovich
  • Durata: 96'
  • Anno di uscita: 2008
  • Genere: Commedia... forse... ;-)
Colpi di scena su uno sfondo assolutamente reale ma allo stesso tempo assurdo.
Uno dei migliori film in uscita nelle sale in questi giorni. Le cinque stelle se le merita tutte!
Unica pecca... si trova una imbruttita Frances McDormand che sembra un pò sottotono e un John Malkovich poco credibile nella sua parte.

mercoledì 24 settembre 2008

Nuovo cinema paradiso.



Giuseppe Tornatore ed Ennio Morricone, grandi interpreti del cinema italiano nel mondo.

La versione internazionale di questo film vinse il Premio Speciale della giuria al Festival di Cannes del 1989 e il premio come Miglior Film Straniero ai premi Oscar del 1990.

  • Regia: Giuseppe Tornatore.
  • Attori: Enzo Cannavale, Philippe Noiret, Jackes PErrin, Nicola Di Pinto, Brigitte Fossey
  • Musiche: Andrea Morricone, Ennio Morricone.
  • Durata: 155' (versione originale), 123' (versione internazionale)
  • Genere: Drammatico.
  • Anno di uscita: 1988
Narra la storia di Salvatore Di Vita, un affermato regista cinematografico che torna al suo paese natale Giancaldo in Sicilia dopo trent'anni di vita passata a Roma.
E' il funerale del suo vecchio amico Alfredo che lo riporta nel piccolo paesino ed il ricordo della sua infanzia è il tema principale del film.
Salvatore era un bambino povero che negli anni quaranta svolgeva la mansione di chierichetto per Don Adelfio, il prete del paese e gestore della sala cinematografica.
Il prete tra le altre cose si occupava della censura dei film, tagliando tutte le scene dei baci considerate oscene. Salvatore affascinato dal cinematografo e dal suo mestiere riesce a conquistare il cuore di Alfredo che lo rende partecipe di tutti i segreti della cabina di proiezione. Un tragico incendio divampato una sera all'interno della piccola stanza distrugge in parte il cinema. Disperatamente Salvatore riesce a salvare l'amico Alfredo che però, cercando di spegnere il rogo, perde la vista.
Grazie all'intervento di un ricco compaesano il cinema viene ricostruito e prende il nome di Nuovo Ciname Paradiso. E' in questa occasione che Salvatore ormai adolescente conosce Elena, della quale si innamora. Purtroppo questo amore non verrà ricambiato poiché i genitori di lei non condividono la relazione e decidono di trasferirsi.
Alfredo convince Salvatore ad andarsene dalla Sicilia per potersi realizzare e di tornare a Roma dove nel frattempo ha svolto il servizio militare.
Al suo ritorno in Sicilia Salvatore non solo rivive malinconicamente i ricordi più significativi della sua vita ma assiste con tristezza alla demolizione del vecchio cinema che ormai era in disuso. Tornerà a Roma con un mesterioso dono fatogli trovare da Alfredo: una "pizza" contenente una pellicola con il montaggio di tutti i baci censurati da Don Adelfio. Un ricordo senza tempo della migliore rappresentazione del cinema.

Questo film, che ricordo sempre volentieri tra i miei preferiti, pur trattando un tema apparentemente drammatico e malinconico non eccede mai in momenti troppo tristi o noiosi. La storia è coinvolgente, ti appassiona e prima o poi ti affezioni ai personaggi. Commovente a tratti ma senza strappare lacrime, semplicemente ogni volta che lo rivedo ho la sensazione di essere di fronte ad un capolavoro. Non so quali possano essere state le reazioni del pubblico alla fine degli anni ottanta quando il film è stato proiettato per la prima volta. Visto oggi sono dell'opinione che la bellezza e la grandezza di questa pellicola non siano gli effetti speciali o la partecipazione di grandi attori, ma proprio il sapore genuino del film ricco di emozioni e significato.

A questa pellicola do il mio personalissimo voto di cinque stelle ed un più aggiuntivo per la grande interpretazione di Ennio Morricone che con le sue sinfonie ha creato sicuramente l'atmosfera migliore per questo film. Guardatelo!