lunedì 17 novembre 2008

Next


Un nuovo film ispirato al genio assoluto di Philip K.Dick.
L'illusionista Frank Cadillac si cimenta sul palco di un casinò di Las Vegas cimentandosi in trucchi da baraccone di infima qualità. Ma cosa nasconde in realtà questo suo greto cinismo? Frank, o meglio il suo vero nome è Cris Johnson, è un personaggio classico nell'universo immaginativo di Dick, è un ESP.
Un ESP è un essere umano dotato della capacità di poter vedere nel futuro per qualche istante.
Cris, però, è particolare: riesce a vedere nel futuro per soli 2 minuti. L'unica volta in cui può spingersi oltre è quando le sue visioni integrano una ragazza che dovrà incontrare un giorno in un bar alle 8 e 9 minuti. Sarà proprio l'incontro con Elizabeth la scintilla che farà scatenare l'inferno.
Cris viene perseguitato dall'FBI, capitanata da una agguerrita Julianne Morre alias agente Ferris, che lo vuole per scovare un gruppo di terroristi che hanno rubato una bomba atomica e minacciano di farla esplodere nel centro di Los Angeles. Purtroppo il nostro eroe farà di tutto per non aiutare l'agenzia governativa in quanto il suo "potere" è strettamente legato a fatti che lo convolgono personalmente. A questo punto scatta il rapimento di Elizabeth da parte dei terroristi.
Non svelo altro in quanto il film, al contrario di come ci si potrebbe aspettare dagli americani, finirà nel peggiore dei modi...
Vitamine per la mente. Un racconto di Dick non passa mai inosservato.
Nicolas Cage è meraviglioso, un attore che lascia sempre il segno in ogni cosa che fa. La Biel è bellissima e molto dentro la parte. Cosa dire di Julianne Moore? Nella parte dell'agente dell'FBI dai capelli rossi ricorda molto una Scully un pò più androgena, ma davvero bella e brava.
  • Regia: Lee Tamahori
  • Attori: Nicolas Cage, Jessica Biel, Julianne Moore
  • Durata: 96'
  • Anno di uscita: 2008
  • Genere: Fantascienza, Azione
Il punto di forza assoluto nella pellicola è sicuramente il racconto. Sono un appassionato di Dick e devo dire che questa trasposizione regala una buona ora e mezza di divertimento intelligente.
5 Stelle.

venerdì 14 novembre 2008

Iron man


Sottotitolo "Audi ringrazia".
Il film racconta la nascita del supereroe "senza poteri" più famoso dopo Batman.
Il magnate genialoide della guerra Tony Stark, interpretato da un grande Robert Downey Jr., si ritrova rapito da una banda di terroristi mediorientali e costretto suo malgrado a creare un'arma di morte e distruzione per loro.
In realtà il nostro Tony, aiutato da un altro prigioniero, si diletterà nella creazione di un piccolo reattore nucleare che darà energia ad una armatura progenitrice del futuro vero Iron man. Stark userà questa armatura per scappare. Una volta tornato a casa la sua etica lo obbligherà a cambiare vita e investire il suo immenso patrimonio nella distruzione delle armi da lui stesso create e vendute a chissà che genere di criminali.
Si scoprirà in seguito che il vero "genio del male" non è il protagonista ma una persona che gli sta accanto da quando morì suo padre.
Il film prosegue con una carrellata di effetti speciali da far sgranare gli occhi (ed è strano di questi tempi).
L'armatura di Iron man ti fa venir voglia di comprarla appena finito il film e la vestizione è qualcosa di fantasmagorico.
La storia di per sé è molto banale come si addice a questo tipo di film ma ti tiene incollato per bene allo schermo. Film da vedere al cinema.
L'unica cosa che però ti resta alla fine della pellicola è il dubbio atroce di aver visto uno spot dell'Audi... eh, si. Questa volta gli americani hanno un pò esagerato e lo si capisce, non tanto dall'uso sfrenato degli ultimi modelli in commercio ma dalla scena del combattimento finale dove l'unico mezzo a salvarsi, in maniera mirabolante, è un Q7... guidato da una donna!
Sto scherzando sulla donna al volante, naturalmente.
  • Regia: Jon Fraveau
  • Attori: Robert Downey Jr., Gwilneth Paltrow, Jeff Bridges, Terrence Howard
  • Durata: 121'
  • Anno di uscita: 2007
  • Genere: Fantastico, Fantascienza
Il film è molto carino e gli effetti speciali sono da brivido. Ottimo lavoro.
La prova d'attore di Downey è davvero ben riuscita; un Tony Stark un pò troppo snob rispetto al fumetto originale. Gwineth Paltrow assolutamente fuori luogo nel personaggio assegnatole. Lei, primadonna assoluta, non ci sta proprio dentro nel ruolo di "segretaria".
Non posso neanche biasimare la prova di Bridges che non è assolutamente credibile in questa parte da cattivo.
Salviamo Terrence Howard, ma solo perché mi sta simpatico...
Peccato per il mega spot di due ore. Tre stelle e mezza.

Frontiers


Un gruppo di "rivoltosi" si perde nelle lande desolate francesi lungo le frontiere con l'Olanda. Da qui parte il film tanto pubblicizzato come "l'horror più censurato di tutti i tempi in Europa".
I 4 ragazzi si spingono lontano dalla Francia a causa delle loro azioni contro lo Stato. Ad un certo punto il gruppetto si divide in due: i due fidanzatini portano un quinto moribondo all'ospedale mentre altri due maschietti si dirigono verso la frontiera. I due viaggiatori troveranno ricovero in un hotel a metà strada, disperso nella campagna.
Il film, originale come un purè di patate, mostra le morti sanguinolente dei primi due ragazzi che prima, però, si spupazzano un paio di bellezze (...vi ricorda nulla?). Dopo poco arrivano i due fidanzatini che verranno torturati, seviziati e bla, bla, bla.
Si scopre che l'hotel altro non è che il covo di una famiglia di sadici comandati da un ex nazista.
Non ho parole. Ho visto il film e dopo mezz'ora volevo uscire dal cinema. La pellicola è un remake fatto male di "Non aprite quella porta + Hostel". Non ci sono spunti di originalità e le famose scene "tagliate" non si capisce bene dove siano, in quanto scorre tanto sangue ma niente di così sconvolgente da essere censurato. Le scene di sesso con le bellezze di turno... non si vedono! Ah, ecco cosa hanno tagliato: quattro seni e due chiappe.
La scena finale è delle più ridicole che si siano mai viste, con Karina Testa che sembra uno stupido zombie che però riesce a caricare un fucile a pallettoni senza problemi.
La tensione non si respira mai e si sa sempre dove il regista andrà a parare.
Per farla breve il marketing la fa sempre da padrone.
  • Regia: Xavier Gens
  • Attori: Karina Testa, Patrick Ligardes, Aurelien Wiik
  • Durata: 103'
  • Anno di uscita: 2008
  • Genere: Horror
Unica nota positiva è lo sfondo politico\insurrezionalista che permea lo spettatore e fa capire da che parte sta il regista e come la Francia abbia subito un duro colpo dopo le "banlieue" parigine.

mercoledì 5 novembre 2008

Welcome to Planet Heart



Ex-E.T. - video powered by Metacafe


Esco un attimo dagli schemi del blog (ma neanche tanto) per mostrarvi un cortometraggio in 3D creato da 4 studenti del ESMA Film School di Montpelier, Francia, dove un simpatico "bambino" si trova intrappolato in una situazione paradossale.
Paradossale, si, ma per noi, non certo per gli abitanti di questo strano luogo... Il titolo però non aiuta. Di sicuro non siamo sulla terra ma da qualche altra parte. Siccome non voglio svelarvi nulla vi consiglio vivamente di guardarlo. E' corto e il finale vale davvero la pena di gustarselo con calma.
La qualità del cortometraggio è buona. Non stiamo vedendo un film Pixar ma se la sono cavata piuttosto bene. Il protagonista risulta molto simpatico e credibile.
Bravi. Cinque stelle virtuali per questo piccolo capolavoro.